La via della seta (blogger Pierluigi Fagan)

XI JINPING E L’OCHETTA MARTINA.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

PSICOTERAPIA CON LE PERSONE SORDE

PRESENTAZIONE A CATANIA

Presso la sede centrale dell’AFAE (Associazione famiglie audiolesi etnei) in Via Pietra dell’Ova, 22, alle ore 16,30

DEL LIBRO PSICOTERAPIA CON LE PERSONE SORDE di Ersilia Bosco

Il saggio “Psicoterapia con le persone sorde. Metodo e casi clinici”,di lettura molto agevole, anche per i non addetti ai lavori, riporta l’esperienza trentennale con le persone sorde e con le loro famiglie, di Ersilia Bosco, psicologo clinico e psicoterapeuta, già coordinatore del Centro Impianti Cocleari presso l’Università La Sapienza di Roma.

poster evento AFAE Ersilia Bosco

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Chi ha sostituito Licio Gelli?

panda rossa

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/07/multe-marino-pm-chiede-archiviazione-qualcuno-violo-sistema-informatico/1406559/La panda Rossa alla riscossa….

Quello contro Marino è stato un golpe mediatico degno della P2. Era la tesi principale di L. Gelli che bisognasse controllare la stampa ed i media e guarda caso da quando Renzi è al governo non si parla più di conflitto d’interessi e di antitrust nella pubblicistica e nella pubblicità. Nel caso di Marino una notizia vera, quello che il sindaco di Roma aveva rinunciato all’auto di servizio, è stata trasformata in una notizia taroccata, quella che la panda rossa (questa sì che è una notizia! Una Panda, non una supercar un suv o un’auto di lusso!) entrava nella zona a ZTL senza essere in regola coi permessi!E’ evidente che alcuni giornalisti sono a libro paga, forse iscritti ad una rinata loggia segreta. Questo è il vero problema della democrazia in Italia : I media totalmente controllati dal duo Renzi-Berlusconi (che fa un’opposizione di mera facciata , pura ammuina, e intanto distacca il fido Verdini a sostenere-controllare il governo e questo forse lo ha capito anche lo stesso Salvini che parla da becero ma non ragiona da coglione).

Enrico

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Dopo Marino per chi suona la campana?

Democrazia o medio-crazia?

Il neo fascismo Berluscon-Renziano, nato dal patto del Nazareno (tu non mi tocchi le televisioni e io ti aiuto) più che mai all’opera. I due controllano la quasi totalità dei media italiani. Il Berlu ha già distaccato un manipolo dei suoi (i Verdiniani) per aiutare-controllare il poco fido alleato e l’opposizione che fa è pura ammuina (vedi come hanno tirato le orecchie all’improvvido Brunetta).

Dopo aver aggredito e causato la deposizione del sindaco Ignazio Marino i manganelli di carta stampata si sono scagliati contro la Gabbanelli che ha osato toccare gli interessi più nascosti e più redditizi del capitalismo “de noantri”, quelli dell’ENI.
Per chi suona la campana? Già i campanelli stavano tintinnando per il sindaco di Messina ma l’assalto (la posta è il Ponte sullo stretto di Messina) è solo rinviato….
Stampa italiana in gran parte a libro paga e gli quelli che non lo sono distratti o timorosi di impicciarsi per non rischiare di rimediare la propria dose di sberle. Travaglio troppo innamorato di se stesso (oltre che dei cinque stelle). La Repubblica oramai persa, passata all’appoggio incondizionato a Renzi (chiedere a De Benedetti come mai se n’è andato Ezio Mauro e Scalfari è lì lì per andarsene).
SE è rimasto un giornalista realmente autonomo ed onesto avanti! Batta un colpo!
La democrazia scricchiola in Italia. Il partito della destra (PD) ha unificato sotto le proprie bandiere tutto il centrismo opportunista di provenienza democristiano liberista (de fasse gli affari propri) . La sinistra balbetta e non ha più una bandiera o un dirigente degno di essere definito tale.
Prepariamoci alla resistenza e al sabotaggio (nei termini chiariti al processo contro De Luca) . Sabotiamo i giornali (La REpubblica si è già autosabotata perdendo 33.000 copie in 10 mesi) e le trasmissioni TV come (Che tempo che Fa) che una volta si raccontavano come “di sinistra” e ora sono solo qualunquiste. (obbrobrioso intervento della Litizzetto alla trasmissione di ieri sera).
Si crea (a sinistra e a destra perché la questione base è il rispetto delle regole) un grande spazio per una forza che voglia ergersi a difesa delle regole sacre della Democrazia ( la prima: tutti devono poter parlare ed avere diritto di tribuna).
Il problema della libertà di stampa è diventato IL PROBLEMA dei problemi.
La prima di tutte le lotte.
Subito una legge per il conflitto d’interessi!
Subito una legge per l’antitrust nell’editoria!
Un solo canale generalizio pubblico che garantisca l’accesso a TUTTE le forze politiche in pari misura.!
Enrico Sgarella indexponte stretto Messina

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

BERLUSCONI E’ UN FASCISTA! (ma meno di Renzi, un post del 2013 da aggiornare…)

Perché nessuno lo dice?

E’ sostanzialmente, psicologicamente, antropologicamente fascista per data di nascita e per formazione ed educazione.

Certo non usa i randelli di legno ma quelli di carta stampata ma è ugualmente allo stesso modo di Mussolini animato da un totale disprezzo per il resto dell’umanità degli altri servi (che disprezza) e non servi (che odia) che lo circondano

PS avevo scritto questo post il 17 maggio 2013!!

Lo ho riscoperto

Basta sostituire Berlusconi con Renzi (per l’affare Marino) e il gioco è fatto!

Utilizzo della stampa e dei giornali per delegittimare prima ed eliminare poi gli avversari politici (c’è)

Emarginazione di ogni dissenso privato di ogni accesso alla tribuna (c’è)

Accordi sottobanco coi capitalisti e con la chiesa (c’è)

Piccole regalie e mancette al popolo (i famosi 80 euro e adesso i 500)

Sostanziale disprezzo per le fastidiose regole della democrazia (da rispettare solo quando fa comodo)  in nome del “fare” dell’efficienza della “velocità” della “crescita” (e de che?) (c’è)

Promozione di opere faraoniche inutili e dannose ma che fanno tanto audience (c’è)

Nihil novi sub soli… nel nome del potere si rottamano i principi etici insieme alla cd vecchia guardia..

Insomma, prepariamoci ad una lunga resistenza… sabotaggio… sabotaggio … sabotaggio (nel senso espresso da Erri De Luca non servono iniziative estremistiche e violente!)

Enrico

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

26 Novembre ore 18 via Val Chisone 33 presso il circolo SEL Montesacro

Integrazione ed immigrazione ben riuscita come primo baluardo contro il terrorismo

stranieri-nuoviGli esempi di Riace e Caulonia

https://www.facebook.com/events/907641952663108/

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

L’immigrazione come risorsa: l’esempio di Riace

IL VOLO

Un cortometraggio girato da Wim Wenders nel 2009 sull’esperienza di Riace che sull’accoglienza degli immigrati ha fondato il suo rilancio economico a partire dal 1989

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

“SETTEMBRE 2014 È IL PIÙ CALDO MAI REGISTRATO SUL PIANETA”

Un nuovo post “SETTEMBRE 2014 È IL PIÙ CALDO MAI REGISTRATO SUL PIANETA” è stato pubblicato il giorno 15 ottobre 2014 alle ore 07:39 all’interno di “6aprile.it“.

(ANSA) – Per la terza volta dell’anno, il termometro segna un nuovo
record: la Terra ha registrato il settembre più caldo di sempre da
quando sono cominciate le rilevazioni nel 1880LEGGI IL RESTO… [1]

Links:
——
[1] http://www.6aprile.it/http://www.6aprile.it/featured/2014/10/15/settembre-2014-e-il-piu-caldo-mai-registrato-sul-pianeta.html

http://www.6aprile.it/featured/2014/10/15/settembre-2014-e-il-piu-caldo-mai-registrato-sul-pianeta.html

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

OCCORRE UN PARTITO ECOLOGISTA

Gli attuali partiti condividono un’ideologia capitalista – più o meno solidaristica – che non è più in grado di comprendere l’attuale situazione mondiale.

La crisi attuale è solo un’increspatura del sistema capitalistico mondiale che a breve tornerà in equilibrio. Fino a quando le locomotive Cina e India tireranno lo sviluppo mondiale si potrà andare avanti in questo modo.. dieci anni? venti anni? ma dopo??

Sono prevedibili gravi crisi planetarie sia per il raggiunto limite delle capacità dell’attuale sistema di “crescere” anche a costo di sprechi e devastazioni sia per imprevedibili problematiche legate alle variazioni climatiche o a sempre possibili “disastri ecologici” ( di qualsivoglia natura).

La penuria di fonti energetiche e di acqua potabile potrebbere innescare nuove crisi di competizione fra superpotenze ovvero di guerre locali e non e l’attuale ideologia dominante non consente di essere ottimisti sulla capacità dell’uomo di risolvere tali contraddizioni con mezzi pacifici.

Quello che si può fare è proporre una nuova epistemologia basata sull’equilibrio e non sulla massimazione incontrollata di una variabile (la crescita economica) basato sulla solidarietà e sull’amicizia e non sulla competizione, basato sulla valorizzazione di principi come la bellezza, l’equità la lentezza e non sul consumo bulimico dei beni, l’adrelinico esercizio del potere, la velocità ad ogni costo.

PER UN PARTITO ECOLOGISTA!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

LA REPUBBLICA DEI LEMMINGS

Nella repubblica dei Lemmings sono tutti convinti che il mondo sia sempre sostanzialmente rimasto uguale a quello che hanno conosciuto nella loro vita da quando sono nati.  Tutti i lemmings vivono  in una conca circondata da basse colline ma nessuno ha mai sentito il desiderio di sapere cosa succeda al di là di quel margine ondulato. Tutto si svolge in quella piccola conca che li ha visti nascere e sono convinti che tutta la lor vita di lemmings si svolgerà lì.

Non c’è mai stato un inizio, non ci saranno cambiamenti nel futuro. In una sola cosa credono fermamente: nella “crescita”. Questo è il loro punto fermo la fede che è stato loro inculcata fin dalla nascita: se ci sono difficoltà, se c’è una crisi bisogna aspettare che arrivi la “crescita”. Basta che ci sia la “crescita” e oplà tutto andrà a posto in un batter d’occhio.

Si incontrano nelle loro sterminate riunioni e “crescita” dice all’improvviso uno dei lemmings uscendo da un attonito silenzio; crescita! gli risponde di rimbalzo il vicino quasi per un riflesso condizionato e poi piano piano contagiandosi uno con l’altro, crescita, crescita, crescita, crescita senti un ronzio, un mormorio, diffondersi dovunque fino a diventare quasi un rombo.

Poi si guardano in giro e vedono che non ci sono più piante da tagliare per accendere un fuocherello o riserve di cibo nelle madie così pian piano il rombo si smorza e tutti i lemmings ricadono in un attonito silenzio.

A nessuno viene in mente di salire sulla collina di fronte per vedere se per caso dietro a quell’ostacolo ci sono altri boschi e altri campi.

Pian piano i lemmings cadono morti uno a uno e nell’ultimo rantolo “crescita” gorgoglierà l’ultimo lemming prima di tirar le cuoia….

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento